Gli ingredienti per una Communication Strategy vincente

Pubblicato da: Smartitaly
il 11/01/2019
Share it on: 

La comunicazione ricopre un ruolo fondamentale non solo nei rapporti interpersonali, ma anche in ogni realtà aziendale che si rispetti, per questo è necessaria una sua pianificazione preventiva. 

Elaborare una strategia di comunicazione efficace è un’operazione complessa, richiede molto tempo e alte competenze professionali. È il modo più efficace e intelligente per posizionare o riposizionare il vostro Brand, con l’obiettivo principale di essere vincenti e di creare una più forte e consolidata brand reputation.

 

Che cos’è quindi un piano di comunicazione?

Parliamo di un documento strategico che ha l’obiettivo di guidare tutte le attività di comunicazione necessarie al raggiungimento degli obiettivi stabiliti. Un buon piano di comunicazione esprime il concetto giusto al momento giusto e ti permette di programmare con quali mezzi, budget e tempi il messaggio verrà veicolato all’esterno. Può riguardare le attività a lungo termine di un’azienda o il lancio di un nuovo prodotto o servizio. 

Non esiste una formula magica per una communication strategy perfetta, ma sono presenti alcune linee guida che possono esserci di aiuto.

Abbiamo individuato i punti fondamentali che permettono di impostare nel migliore dei modi la tua strategia di comunicazione; scopriamoli insieme!

 

  • Che cosa vuoi comunicare?

Il punto di partenza è la definizione degli obiettivi, ovvero cosa vogliamo raggiungere con la strategia; i contenuti sono progettati e realizzati di conseguenza in modo che siano funzionali. 

Una strategia di comunicazione deve iniziare con la definizione di un elemento che sarà la chiave del successo (si spera!) di un prodotto, servizio o dell’azienda stessa; questo elemento è l’obiettivo, ed è molto importante che sia:

Specifico: deve essere preciso, un impegno chiaro e non ambiguo.

Misurabile: devono esserci degli strumenti che permettano la sua misurabilità.

Attuabile: realisticamente raggiungibile.

Realizzabile: un obiettivo non deve essere né troppo facile, né troppo difficile. Se un obiettivo è troppo facile, l’impegno rischia di non essere sufficiente, se troppo difficile potrebbe risultare demotivante.

Tempificato: decidere una tempistica precisa e attuabile.

 

  • A chi vuoi rivolgerti?

Il piano di comunicazione deve individuare, studiare e conoscere al meglio il proprio target. Dovrai descrivere le buyer personas, ossia i destinatari dei tuoi messaggi; l’identificazione delle personas consiste nel definire con cura dei gruppi di utenti sulla base di caratteristiche comuni, fornendo loro ciò che cercano e desiderano attraverso contenuti realizzati ad hoc. Solo così avrai la certezza di aver intercettato i giusti potenziali clienti con cui dialogare.

 

Questo passo è fondamentale per scegliere il tipo di comunicazione più efficace da adottare.

 

  • Con che mezzi vuoi comunicare? 

A questo punto occorre scegliere i mezzi attraverso i quali veicolare il messaggio all’esterno. La scelta ricade solitamente su un mix di strumenti; ne sono infatti presenti parecchi, sia online che offline, di solito la scelta migliore è utilizzare entrambi.  L’importante è avere sempre un ritorno in termini di investimento.

Gli strumenti a disposizione per il web marketing oggi sono multipli, si parte dal sito web per poi andare dai social network come Facebook, Instagram e Linkedin alla pubblicità diretta di Google Adwords. 

Se vuoi essere presente online per vendere i tuoi servizi e prodotti, nulla va lasciato al caso. Una comunicazione precisa fa la differenza tra te e i tuoi competitor.

 

  • Misura i tuoi risultati

La misurazione delle performance è essenziale: l'online risulta essere più semplice rispetto all'offline. Attraverso le digital analytics hai infatti accesso a un’enorme quantità di dati e grazie ai numerosi indicatori che gli insights mettono a disposizione si possono capire eventuali correzioni da apportare alla tua strategy.

È molto importante raccogliere e saper leggere questi preziosi dati perché è proprio partendo dai risultati monitorati in tempo reale che è possibile prevenire gli errori e ottimizzare quanto si sta realizzando. Non si tratta di una scelta opzionale, ma di un'attività indispensabile. 

In conclusione possiamo dire quindi che adottare la giusta strategia è efficace e può davvero fare la differenza, tuttavia come già detto non esiste una formula vincente, ma solo tanto monitoraggio, analisi, pianificazione, progettazione e sì, tanta creatività!

 

 

Categoria: